banner bio

Profilo Professionale

Chimica, materiali e biotecnologie Il Profilo professionale Le discipline particolarmente qualificanti l’indirizzo di studi sono ovviamente quelle dell’area chimica e, nelle articolazioni biotecnologiche, dell’area biologica (sanitaria o ambientale), con molte ore in laboratori attrezzati e con insegnanti tecnico-pratici in compresenza. Il diplomato, nei contesti di interesse, esprime le proprie competenze nella gestione dei processi e delle relative procedure di controllo, nel miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi, nella pianificazione, gestione e controllo delle attività dei laboratori di analisi e nella promozione della sicurezza negli ambienti di lavoro.

Articolazioni

  • Biotecnologie sanitarie: il percorso è mirato ad una preparazione di base nell’ambito medico-sanitario (discipline caratterizzanti: ”Igiene, anatomia, fisiologia, patologia”, “Biologia, microbiologia e tecnologie di controllo sanitario”)
  • Biotecnologie ambientali: il percorso prevede la trattazione di tematiche relative all’ecologia e all’ambiente (discipline caratterizzanti: ”Biologia, microbiologia e tecnologie di controllo ambientale”, “Fisica ambientale”)

Titolo di studio

Diploma di Istituto Tecnico settore tecnologico in Chimica, Materiali e Biotecnologie.

Sbocchi professionali

  • Analista di laboratorio in strutture quali ASL, ARPA, RIS, NAS
  • Tecnico di laboratorio in aziende private
  • Tecnico nei laboratori di ricerca privati o universitari
  • Insegnamento nei laboratori scolastici
  • Guardia parco e guardia forestale

Prosecuzione degli studi

Accesso a tutti i corsi post-diploma e a tutti i corsi di laurea.

Preparazione direttamente propedeutica, in particolare, alle lauree coerenti con l’articolazione frequentata (Chimica, Chimica Industriale, Chimica e tecnologie farmaceutiche, Ingegneria chimica; Medicina, Scienze infermieristiche, Fisioterapia, Ostetricia, Biotecnologie sanitarie, Veterinaria; Scienze naturali, Scienze forestali e ambientali, Agraria, Biotecnologie ambientali, Ingegneria ambientale).

Cosa si studia nelle materie professionalizzanti

  • Si studiano i processi chimici e la loro ottimizzazione; si studiano e dimensionano gli impianti chimici
  • Si sintetizzano molecole organiche (farmaci, coloranti, fibre sintetiche…)
  • Si affrontano le problematiche ambientali e le possibili soluzioni; si determinano le sostanze inquinanti
  • Si affrontano le problematiche di recupero energetico
  • Si eseguono indagini ecologiche (biomonitoraggio) sul campo mediante lo studio di organismi indicatori
  • Si coltivano batteri per eseguire analisi microbiologiche; si eseguono analisi biochimico-cliniche
  • Si preparano e si osservano al microscopio vetrini con cellule, tessuti e microrganismi

Quadro orario

quadro orario biotecnologie


 

    icona link Per saperne di più